side-area-logo

PRENOTA UN SOPRALLUOGO GRATUITO, CONTATTACI ORA!

INVIACI UN’EMAIL ATTRAVERSO IL MODULO DI CONTATTO OPPURE TELEFONACI!

ValveSystem

ValveSystem è l’innovativo sistema di consolidamento fondazioni mediante iniezione di speciali formulati, sviluppato da DIFECH ponendosi i due seguenti obbiettivi:

  • ottenere una distribuzione uniforme ed omogenea del materiale nel volume di terreno interessato dal bulbo tensionale indotto dalla fondazione;
  • adottare in ogni condizione geotecnica il tipo di formulato più idoneo;

Il primo obbiettivo si è raggiunto attraverso l’impiego di canne di iniezione in PVC dotate di speciali valvole disposte ad interasse massimo di 50 cm, mentre il secondo attraverso la selezione di differenti formulati specificatamente sviluppati per impiego geotecnico.

L’impiego combinato di differenti formulati e delle speciali canne d’iniezione valvolate, consente a ValveSystem di consolidare in modo efficace e omogeneo la zona di scarico tensionale della fondazione (bulbo delle tensioni) in qualsiasi tipo terreno con i seguenti risultati:

  • riempimento delle cavità sotto-fondali con conseguente riattivazione della fondazione;
  • allontanamento dell’acqua;
  • compattazione con conseguente miglioramento dei parametri geotecnici e aumento di portanza;
  • miglioramento del comportamento sismico.

ValveSystem è stato sviluppato da DIFECH impiegando le migliori tecnologie disponibili sul mercato a garanzia dell’affidabilità e durata nel tempo dei risultati ottenuti.

CONSOLIDAMENTO FONDAZIONI ValveSystem
Consolidamento fondazioni con ValveSystem

Vantaggi di ValveSystem

In rapporto con altre tecnologie di consolidamento dei terreni di fondazione, ValveSystem:

  • Limita fortemente invasività, impatto e durata del cantiere;
  • Offre la possibilità di scelta tra differenti formulati in funzione delle condizioni geotecniche;
  • Assicura una distribuzione del formulato iniettato, quindi un consolidamento, uniforme ed omogeneo nel volume di terreno interessato dal bulbo delle tensioni;
  • Permette il sollevamento per il recupero parziale/totale dei cedimenti (compatibilmente con la risposta strutturale);
  • Non produce materiale di risulta evitando trasporti e smaltimenti presso le discariche autorizzate;
  • Non produce dannose vibrazioni.

Campo di applicazione

ValveSystem trova principale applicazione nel consolidamento dei terreni di fondazione, cioè dei volumi di terreno superficiali su cui sono impostate le fondazioni di tipo diretto.
Infatti, tale tecnologia è dedicata al consolidamento del nodo terreno-fondazione con finalità quali l’aumento di portanza, il riempimento di cavità sotto-fondali ed il miglioramento sismico.

E’ importante evidenziare come la possibilità offerta da ValveSystem di impiegare formulati tipologicamente differenti, renda tale tecnologia molto più adattabile ai diversi contesti geotecnici.

Pur godendo dell’ulteriore e indiscutibile vantaggio di un’invasività minima, ValveSystem, così come qualsiasi altra tecnologia di consolidamento fondazioni, non applicabile indistintamente a qualsiasi caso di cedimento in fondazione oppure di semplice consolidamento dei terreni di fondazione.

In ogni caso, la proposta di qualsiasi tecnologia di consolidamento fondazioni richiede l’approfondita conoscenza della stessa, un’altrettanta approfondita analisi di fattibilità preliminare e l’onestà intellettuale di chi la propone.

L’Equipe di Ingegneri e Geologi DIFECH vanta un’esperienza decennale nel settore del consolidamento fondazioni ed è in grado di fornire un parere sicuramente imparziale e attendibile circa l’applicabilità con garanzia di risultati di ValveSystem potendo proporre in alternativa, la tecnologia di palificazione Roto&Push.

ValveSystem risulta infine applicabile anche alle pavimentazioni industriali e non, sia in caso di cedimento che di necessità di consolidamento.

Modalità operative ValveSystem

L’iniezione del formulato si effettua praticando preliminarmente con trapani manuali in muratura e fondazione una serie di perforazioni sub-verticali passanti diametro 25 mm ad interasse variabile tra 1 e 1,5 m in funzione della tipologia di fondazione e terreno da trattare.

L’iniezione in ciascuna canna si effettua monitorando in continuo su di un terminale flussi e pressioni nel circuito d’iniezione oltre al sollevamento della struttura lungo l’intero fronte d’intervento con l’ausilio di livelli laser e molteplici lettori solidarizzati alla struttura.

L’iniezione prosegue fino al raggiungimento del sollevamento millimetrico della struttura, indice della riattivazione della fondazione conseguente al riempimento di tutte le cavità sotto-fondali e comunque della compattazione del terreno fino allo sviluppo di resistenze superiori alle tensioni trasmesse dalla fondazione.

Il collaudo finale dell’intervento si effettua attraverso prove penetrometriche dinamiche e confrontandone i risultati con quelli di analoghe prove eseguite precedentemente all’intervento per la taratura dei parametri di iniezione (interasse foratura, lunghezza canne e tipologia formulato).

Per verifiche qualitative estese dei risultati ottenuti si possono affiancare alle prove penetrometriche pre e post-intervento anche prove di tipo geofisico pre e post-intervento.

Fig. 1 – Esempio di sezione PRE-INIEZIONE ottenuta con tomografia sismica.
Fig. 1 – Esempio di sezione PRE-INIEZIONE ottenuta con tomografia sismica.

Fig. 2 – Esempio di sezione POST-INIEZIONE ottenuta con tomografia sismica. Si noti l’aumento di velocità delle onde sismiche in conseguenza del miglioramento delle caratteristiche geomeccaniche nel substrato fondale trattato.
Fig. 2 – Esempio di sezione POST-INIEZIONE ottenuta con tomografia sismica. Si noti l’aumento di velocità delle onde sismiche in conseguenza del miglioramento delle caratteristiche geomeccaniche nel substrato fondale trattato.

Materiali

I materiali impiegati in ValveSystem a seconda delle condizioni di applicazione si distinguono in:

  • Resine sintetiche bicomponente;
  • Miscele a base cementizia;
  • Miscele chimiche.

I materiali impiegati sono forniti da primari produttori nazionali, da questi sottoposti agli stringenti controlli/verifiche previste e conformi alle normative nazionali e comunitarie di inquadramento e riferimento per ciascuno di essi.

I materiali impiegati sono ecocompatibili, non biodegradabili e a reazione conclusa stabili e inerti in conformità alla normativa vigente in materia ambientale (D.Lgs. 152/2006).

Contattaci subito per un sopralluogo gratuito